Per me, che sono fiorentina, il Carnevale – quello con la C maiuscola – è il Carnevale di Viareggio. Prima da piccola, con la famiglia, poi da adulta con gli amici, i miei ricordi del Carnevale sono quasi sempre legati alla sfilata dei carri in passeggiata: il colore, la musica, i coriandoli e le sagome dei carri che si stagliano sulla folla. Però ovviamente ho sempre vissuto il rito del carnevale da semplice spettatrice.

Quindi quando mi è stato offerto di vedere il Carnevale da “dietro le quinte” ho fatto subito le valigie senza pensarci troppo: grazie a Wishversilia e Versilia Today per due giorni ho fatto parte di un Social Media Team molto speciale, esplorando gli eventi e i luoghi che normalmente non sono accessibili ai visitatori del Carnevale.

Carnevale Viareggio 2014

Alcuni figuranti sul carro “Revolution” dei Flli Cinquini

Quindi per una volta oltre a godermi la vista di un’intera città che si mobilità per questo rito collettivo ho potuto anche avere qualche scorcio meno consueto che voglio condividere con voi. 

La Cittadella del Carnevale

Se pensiamo al Carnevale di Viareggio visualizziamo subito la sfilata dei carri sul bellissimo lungomare: ma forse in pochi sanno che per realizzarla occorre un’organizzazione imponente.

Carnevale Viareggio 2014

Il carro “Scherzo di Carnevale?” di Jacopo Allegrucci all’interno dell’hangar presso la Cittadella del Carnevale

Progettare, costruire e decorare un carro allegorico infatti è una questione complessa, fatta di fantasia ma anche di manualità, professionalità e attenzione ai dettagli e alla sicurezza – visto che i carri sfilano in mezzo a migliaia di persone, e trasporano molti figuranti e attrezzature.

Carnevale Viareggio 2014

Dettaglio del carro “La Penisola Sommersa” dei Flli Bonetti all’interno dell’hangar presso la cittadella del Carnevale

Per avere un’idea della complessità basta fare un giro alla Cittadella del Carnevale, il complesso sorto nel 2001 che ospita gli “Hangar” dove vengono assemblati e custoditi i carri in attesa delle sfilate e dove è anche ospitato il Museo del Carnevale.

La Cartapesta

All’interno della Cittadella è anche ospitata la Cooperativa “Le Botteghe della Cartapesta” che oltre a mantenere la tradizione artigianale che è da decenni la base per i carri – la cartapesta appunto – organizza laboratori e corsi per apprendere una tecnica che permette con pochi ingredienti di realizzare oggetti bellissimi.

Le Botteghe della Cartapesta

I vari passaggi necessari per realizzare oggetti in cartapesta: dalla stesura della colla su semplici fogli di carta, al foderamento dello stampo fino alla decorazione con colori acrilici.

La cartapesta non è stato il primo materiale usato per i carri carnevaleschi: infatti i primi erano realizzati in gesso e legno – materiali facilmente lavorabili dai maestri d’ascia e dagli altri artigiani che lavoravano nei cantieri navali viareggini. Negli anni ‘20 però si introduce la tecnica della “carta a calco” che ancora oggi fa parte della tradizione. In pratica la partendo da un positivo in creta viene realizzato uno stampo “negativo” fatto di strati di gesso e juta, all’interno del quale vengono stese strisce di carta imbevuta di colla, che seccandosi mantengono la forma dello stampo; la forma così ottenuta può essere dipinta in vari modi.

La leggerezza dellla cartapesta e la sua modellabilità sono le caratteristiche che la rendono perfetta per essere usata su carri mobili, animati da macchine che permettono alle varie parti di effettuare anche movimenti complicatissimi.

I rioni

Se per i “visitatori” il Carnevale significa soprattutto i corsi mascherati e la sfilata dei carri, per la città di Viareggio i festeggiamenti sono anche quello dei rioni: le feste organizzate nei quartieri della città.

Le feste di Carnevale dei Rioni, Viareggio

Le bancarelle di zucchero filato durante una delle feste rionali che durano fino a notte

Le feste in strada si protraggono fino a notte fonda con balli, bevute e qualche spettacolo. Non manca il cibo, anzi questa è l’occasione di assaggiare un tipico piatto di “tordelli” in un clima da sagra di paese.

Le feste di Carnevale dei Rioni, Viareggio

La banda in parata con le majorette, la coda al chiosco per un piatto di tordelli: alcune delle cose che vedrete al Carnevale nei rioni viareggini

Si tratta anche di una buona occasione per osservare una varietà di costumi carnevaleschi: per le strade vedrete infatti persone di tutte le età, rigorosamente in maschera, che mantengono vivo lo spirito popolare di una festa che è prima di tutto allegria e gioco. Trucchi raffinati o costumi improvvisati non importa, basta anche solo una maschera per fare Carnevale!

E infine… 

Oltre a essere una città famosa per il Carnevale Viareggio ha da sempre una vocazione marinara. Non è un caso se i primi carri erano frutto del sapere di quegli artigiani che lavoravano nei cantieri navali e che durante i tempi morti della stagione invernale prestavano la propria manodopera per creare i carri stessi. E forse per non rinunciare al rapporto stretto che lega questa città al mare, alla fine del Carnevale si svolge ogni anno la Regata del trofeo Carnevalotto.

La Regata del Trofeo Carnevalotto e sullo sfondo le Apuane

Se amate il mare e se non volete limitarvi ai corsi mascherati potrete concedervi qualche ora di relax assistendo alla regata da una barca, come abbiamo fatto noi del team del Carnevale di Viareggio 2014 grazie al Circolo Vela Mare. E’ anche un’ottima occasione per ammirare Viareggio dal mare, con la bellissima cornice naturale delle Apuane.

Info e dettagli

  • La Cittadella del Carnevale
    Via Santa Maria Goretti (in pratica all’uscita dell’Autostrada Viareggio Nord) 
    sito ufficiale
  • Le Botteghe della Cartapesta
    ia sede dove vengono realizzati i workshop e dove si possono acquistare oggetti artigianali in cartapesta si trova all’ingresso della Cittadella del Carnevale
    sito ufficialepagina facebook
  • Circolo Vela Mare
    Non solo durante il Carnevale, ma anche nella stagione estiva, questa realtà propone escursioni in barca di vario tipo, corsi, crociere-scuola in collaborazione col WWF. Per imparare a conoscere il mare o solo per un po’ di sano relax cullati dalle onde del mare.
    sito ufficiale   
  • Residenze Gallodoro
    A due passi dal mare, lontano (ma non troppo) dalla confusione del Carnevale: ho alloggiato per una notte in uno deli appartamenti di questo Residence, tutti nuovissimi e dotati di ogni comfort.
    sito ufficiale  

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.