Genio: il Rinascimento su Kickstarter

Parlare di videogiochi su un blog di viaggi e destinazioni culturali può sembrare una scelta curiosa: ma se il videogioco in questione è Genio, si può fare uno strappo alla regola.

Genio infatti è un gioco dedicato all’Italia del Rinascimento: un videogame di strategia in tempo reale basato su carte, nel quale si lotta per il potere, si costruiscono città, si progettano macchine e si creano opere d’arte. In una parola si costruisce il Rinascimento attraverso invenzioni e nuove costruzioni.

Si tratta insomma di un vero e proprio viaggio alla scoperta di uno dei periodi storici più vivaci e affascinanti, e anche un modo nuovo per scoprire le idee e le tecnologie che hanno permesso di creare le più famose città d’arte. Tutti i dettagli del gioco sono descritti sul sito ufficiale di Genio.

Genio propone un approccio educativo senza però trascurare il divertimento; la meccanica di gioco è semplice con livelli ma con crescenti di complessità: per questo può essere adatto tanto ai bambini (a partire dagli 8 anni) quando agli adulti. In Genio ogni giocatore rappresenta una delle grandi famiglie del Rinascimento, ognuno avrà a disposizione una squadra di costruttori (rappresentati da carte) che con le proprie abilità seguiranno i progetti e le istruzioni del giocatore stesso.

In Genio ogni giocatore rappresenta una delle grandi famiglie del Rinascimento

Ispirazione del gioco il vero “Genio” del Rinascimento: Leonardo da Vinci, l’uomo che meglio ha incarnato lo spirito innovativo del suo tempo. Molti i riferimenti a Leonardo in tutto il gioco, soprattutto per quanto riguarda la parte dedicata alle tecnologie e la scienza.

Ogni giocatore avrà una squadra di “costruttori” pronti a eseguire i suoi progetti, e un “libro delle idee” dove annotare le sue scoperte

Genio è stato ideato da Pietro Polsinelli, game designer con un background da programmatore, e Alexander Neuwhal, designer di mostre ed allestimenti museali ed esperto di tecnologia rinascimentale. Per il loro progetto Pietro e Alex hanno scelto di affidarsi a Kickstarter, la più famosa piattaforma di crowd funding, in modo da produrre Genio in modo indipendente.

Uno dei kit che saranno distribuiti ai finanziatori del gioco: la riproduzione, completa di documentazione, di uno dei giocattoli progettati da Leonardo, uno yo-yo e una trottola. Gli appunti sono stati scoperti solo di recente tra gli appunti del “Genio” di Vinci

Il lancio su Kickstarter è previsto per il 25 marzo: chi vuole potrà contribuire donando la somma che preferisce. Le “ricompense” per i finanziatori sono tutte molto divertenti, dal kit con i giocattoli disegnati da Leonardo e scoperti da Pietro e Alex – oggi la notizia è apparsa su Repubblica – fino a vere e proprie riproduzioni di macchine leonardesche, ma anche dei tour guidati nei luoghi di Leonardo.
Se però non potete contribuire con una quota del progetto, potete sempre condividere Genio su Kickstarter perché il passaparola per un progetto indipendente è importantissimo… insomma è un modo per supportare un’idea intelligente: vi pare poco?

A proposito di Kickstarter

Per chi non ha familiarità con le piattaforme di crowdfunding, Kickstarter funziona con un meccanismo “tutto o niente”: il progettista propone una cifra massima da raggiungere, se l’insieme delle donazioni è pari o superiore a questo tetto, il progetto è finanziato, ma se la somma non viene raggiunta il progetto non è finanziato. In altre parole se vi impegnate a sottoscrivere una quota, l’importo sarà prelevato dalla vostra carta di credito solo se l’obiettivo collettivo è raggiunto. Per contribuire basta una carta di credito valida su uno dei principali circuiti – purtroppo niente PayPal – e ovviamente essere un utente Kickstarter, l’iscrizione è gratuita.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.