Pinterest è un social network che ha avuto uno sviluppo incredibile negli ultimi mesi, e sui blog italiani nella scorsa settimana si sono moltiplicati i post al riguardo, segno che finalmente questo strumento ha iniziato a diffondersi anche da queste parti. Dico finalmente perché ho cominciato a usare Pinterest qualche mese fa, e dato che la maggior parte degli utenti provengono da paesi anglosassoni iniziavo un po’ a sentire la mancanza dell’italian style.

In questi giorni sono state fatte molte considerazioni riguardo a Pinterest: per chi si occupa di web markenting, comunicazione e in generale di social media si tratta o di un nuovo strumento social che rivoluzionerà le abitudini di acquisto sul web,  o di un nuovo strepitoso mezzo di comunicazione tramite il quale i brand potranno dialogare e interagire con i propri clienti, o un qualcosa destinato a bruciarsi velocemente senza lasciare alcun segno.

Non ho intenzione di dilungarmi sull’argomento, lascio le previsioni a chi è più qualificato di me. Però vorrei sottolineare l’utilità di Pinterest per i viaggiatori e per chi si occupa in generale di turismo. 

Fino ad ora la diffusione di Pinterest è stata limitata dal fatto che è possibile accedere solo su invito, ma dato che ogni utente ha a disposizione inviti da regalare la rete si sta allargando in modo esponenziale, quindi preparatevi 😉

Cosa è Pinterest?

Pinterest è stato definito “un social network ispirazionale”, e di fatto non è altro che una specie di grande taccuino virtuale, sul quale appuntare o meglio fermare con una puntina (pin) qualcosa che ci ispira, che ci piace, che non ci vogliamo dimenticare. Ad esempio: quel paio di jeans visti su una rivista che vorremmo trovare la prossima volta che andiamo a fare shopping; oppure  l’accostamento di colori che sarebbe perfetto per il salotto. Se vedete qualcosa di interessante, foto o video che sia, potete postarlo con una breve nota e condividerlo con migliaia di utenti.

Una delle board di Lonely Traveller su Pinterest

Chi posta su Pinterest?

Come in tutti i social network degni di questo nome l’aspetto più interessante è la condivisione da parte di utenti con i nostri stessi interessi, ma data la diffusione improvvisa di questo strumento molti marchi e testate giornalistiche hanno cominciato a presidiare Pinterest. Il risultato? In molti casi la possibilità di interazione vera con il brand, con iniziative di comunicazione abbastanza nuove, o anche solo aggiornamenti in tempo reale su prezzi e offerte, dato che Pinterest permette di inserire il prezzo di prodotti nei propri post.

Per i viaggiatori

Se siete viaggiatori su Pinterest potreste trovare la stanza di un B&B delizioso che farebbe al caso vostro per il prossimo week-end romantico, lo scorcio di una destinazione alla quale ancora non avevate pensato, il gadget teconologico che sarebbe utilissimo per il prossimo viaggio. 

Nel caso del turismo molte realtà anche italiane hanno scelto di essere presenti soprattutto per raccontare il territorio: per sua natura Pinterest è uno strumento principalmente visivo, quindi è uno strumento che ben si presta per l’approccio narrattivo al marketing turistico che si sta imponendo negli ultimi tempi. Per avere un esempio delle potenzialità di questo strumento basta vedere come si sta muovendo lo staff di Visit Savannah (USA), che posta regolarmente gli scorci più belli della città e vi farà venir voglia di partire immediatamente per la Georgia, così come merita di essere seguito l’ente del turismo Giordano con il suo account Visit Jordan.

Personalmente spero nei prossimi mesi di vedere sempre più destinazioni italiane su Pinterest, perché penso che sia una grande opportunità per raccontare il proprio territorio e le sue risorse in modo virale e farle quindi conoscere a un pubblico vasto e già interessato a una nicchia specifica.

Per gli hotel e le strutture ricettive in genere, c’è invece la possibilità di pubblicizzare anche i propri prezzi, quindi si tratta veramente di uno strumento da tenere d’occhio.

Ok, ma come funziona?

Su Pinterest ogni utente organizza i propri pin in delle lavagne virtuali chiamate board: ad esempio nel mio caso c’è un board dedicato ai posti che vorrei visitare, uno per quelli che ho visitato e mi sono rimasti nel cuore, altri dedicati a destinazioni specifiche (Istanbul, Parigi, Toscana, Berlino, ecc.) e una dedicata ai gadget per viaggiatori. Visto che le board sono organizzate tematicamente non è difficile trovare qualcosa affine ai propri interessi, in questo caso possiamo decidere di seguire l’utente o il singolo board, e i suoi aggiornamenti appariranno sulla nostra home page.

Dato che il punto forte di Pinterest è quello di fornire ispirazione, oltre a postare le cose interessanti che troviamo in giro sul web, possiamo ri-proporre o semplicemente assegnare un “like” alle proposte degli altri utenti nel caso in cui queste ci abbiamo ispirato.

Conclusioni

Il risultato? Sicuramente è un meccanismo semplice e divertente. Anche se non siete iscritti a Pinterest, i contenuti sono comunque visibili (anche se ovviamente non potrete interagire con nessuno) e se volete capire di cosa si tratta vi consiglio di andare sulla home page fare una breve ricerca: se siete in cerca di ispirazione per il prossimo viaggio, digitate semplicemente il nome della località (io l’ho fatto per il mio viaggio a Istanbul) per avere un’idea del luoghi da visitare, oppure semplicemente digitate le parole “travel” e “inspiration” per avere una valanga di suggerimenti. Però attenzione: il meccanismo di Pinterest è talmente semplice che è facile assuefarsi e passare ore davanti allo schermo!

Siete iscritti a Pinterest? In che modo lo usate? Se volete segnalare delle boards di Pinterest con spunti interessanti per i viaggiatori lasciate un commento!

Aggiornamento

Dopo aver scritto questo post ho scoperto altri account interessanti dedicati al viaggio e al turismo su Pinterest, quindi li elenco di seguito:

3 comments

  1. Concordo! Pinterest è ottimo per chi vuole viaggiare. Ci si può fare un’idea di cosa si vuole andare a vedere, e di come sarà il luogo in cui si è appena programmata una vacanza.. Un’ottima risorsa in più per i viaggiatori 🙂

  2. Sì, assolutamente. E uno strumento di promozione turistica ottimo e flessibile, soprattutto se usato con creatività.

  3. Concordo pienamente con voi! per i viaggiatori pinterest è un’ottima risorsa per farsi un’idea visiva del posto e nello stesso tempo è un ottimo strumento di promozione turisitica. Bisognerebbe utilizzarlo di più!

I commenti sono chiusi