Raggiungere Pirano e Portorose dall’Italia

Foto di Caterina Chimenti / Lonely Traveller

L’Istria è un luogo bellissimo e un vero crocevia di culture: situata tra il territorio italiano, sloveno e croato, per motivi storici e commerciali questa penisola è sempre stata ben collegata con il resto d’Europa, almeno in passato. Organizzando il mio viaggio però mi sono resa conto che oggi non è più la stessa cosa, e a meno di non voler viaggiare in auto i collegamenti possono essere un po’ complicati.

Raggiungere Pirano e Portorose

Per i turisti italiani tutta la costa Slovena è raggiungibile partendo da Trieste:

  • in autostrada: la frontiera si trova a pochi kilometri da Trieste, e al confine è possibile acquistare il bollino (vignetta) che permette di transitare su tutte le autostrade slovene: per il 2012 il prezzo del bollino è di 15,00 € per il settimanale o 30,00 per il mensile per i mezzi sotto le 3,5 tonnellate. Info, modalità e punti vendita sul sito ufficiale del turismo in Slovenia. La benzina è più economica che in Italia e le autostrade possono vantare una buona manutenzione, due buoni motivi per spostarsi in auto.

Veduta di Pirano

Io però preferisco sempre alternative più slow e quando posso scelgo i mezzi pubblici, quindi ecco alcune info utili per chi vuole fare la stessa cosa:

  • in bicicletta: la Slovenia è una destinazione popolare per il cicloturismo, e in questa zona passa una tra le piste ciclabili più importanti, la Parenzana; chiamata anche il “sentiero della salute e dell’amicizia” è una pista di difficoltà media che collega Trieste a Parenzo (Croazia) attraversando quindi tutta la costa Istriana unendo i tratti italiano, sloveno e croato. Come suggerisce il nome questo sentiero ricalca il vecchio percorso della ferrovia omonima. Per chi è interessato consiglio questo dettagliatissimo post scritto l’anno scorso dal Pinguino Viaggiatore dedicato proprio alla Parenzana.
  • In aliscafo: le navi veloci durante la stagione turstica partono tutti i giorni (tranne il Mercoledì) dal Molo IV di Trieste (a due passi dalla stazione), con destinazione Pirano, Rovigno e Pola; il ritorno è in genere in serata, suppongo che sia stato progettato per chi fa escursioni giornaliere.
    Il servizio è operato da Trieste Lines e il biglietto si può fare direttamente al molo. In caso di maltempo (come è capitato a me a causa di bora estiva particolarmente forte) viene predisposto un collegamento via bus. L’unico problema di questo tipo di collegamento è il fatto di avere il ritorno in tarda serata, alle 19,55 che nel mio caso rendeva un po’ difficile trovare un treno che arrivasse a un’ora decente a Firenze. I prezzi sono abbastanza bassi: 7,05 € per la solo andata e 11,90 € per andata+ritorno con una tassa di sbarco di 1,90 €.
  • In bus: ci sono collegamenti giornalieri da Trieste verso la Slovenia operati dalla società slovena Veolia, gli orari sono visibili anche sul sito dell’autostazione di Trieste.
    Un consiglio: in teoria c’è un solo bus che al giorno che effettua la linea diretta Trieste-Piran (partenza alle 12,30) o Piran-Trieste (partenza alle 6,45), quindi se avete bisogno di maggiore flessibilità e non vi dispiace qualche fermata in più consiglio vivamente di prendre uno dei tanti bus Veolia per/da Capodistria (Koper) che è collegata molto bene via bus sia con Trieste che con Pirano. Questa è un’ottima soluzione se avete bisogno di tornare a Trieste di mattina o nel pomeriggio.

Come avrete notato non ho menzionato il treno: infatti da quando fu dismessa la ferrovia Parenzana non è rimasta alcuna linea costiera tra l’Italia e la costa Istriana Slovena e Croata; in particolare per raggiungere Pirano/Portorose in treno occorre passare dalla capitale Ljubljana che si trova sulla linea ferroviaria che passa da Salisburgo, e quindi viaggiare per/dall’Italia passando dall’Austria. Inoltre la stazione più vicina è Koper (Capodistria) da dove occorre comunque proseguire via bus (la tratta Piran-Koper costa circa 3,00 €).

Spostarsi

Pirano e le cittadine circostanti sono servite da un sistema di bus urbani che collega le principali località (Lucja, Portorose, Izola), la corsa semplice costa 1,00 €. La stazione dei bus è situata vicino al porto di Pirano (1 Km a piedi da Piazza Tartini) e i biglietti si possono acquistare direttamente sul mezzo o presso le tabaccherie in centro. Però per raggiungere alcune località come il parco delle saline dovrete avere un mezzo a disposizione: se siete arrivati con un mezzo pubblico potete sempre noleggiare un’auto o una bici a Pirano. Il noleggio di una bici per un giorno intero si aggira intorno ai 10,00 €.

Ricordatevi comunque che il centro di Pirano è chiuso al traffico: il principale parcheggio (a pagamento), situato a Fornace è collegato con la stazione dei bus, l’ingresso del porto e con la centrale piazza Tartini da una fantastica navetta gratuita che passa circa ogni 10 minuti, dalla mattina presto fino a sera. Se come me alloggiate in uno degli alberghi del complesso St. Bernardin il parcheggio e il terminal della navetta si trovano subito alla fine del lungomare privato, e rappresenta l’unico mezzo pubblico per raggiungere il complesso.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

2 comments

  1. Paolo Guercini

    Salve !!

    Volevamo trascorrere il capodanno a portorose, arrivando da Venezia in treno e dobbiamo cambiare a Trieste.
    La vostra autostazione e’ distante dalla stazione centrale di Trieste ??

    Grazie

    Paolo

  2. Ciao Paolo,
    questo è solo un blog e non gestisco alcuna autostazione 🙂 però ti confermo che l’autostazione è praticamente attaccata alla stazione ferroviaria di Trieste.
    Puoi trovare tutte le informazioni sul sito ufficiale: http://www.autostazionetrieste.it/

    -1