Speciale Vigo: mare, cultura e gastronomia sulla costa della Galizia

Nelle scorse settimane ho avuto la fortuna di partecipare alla prima edizione del Vigo Blog Tour, un’occasione per esplorare con altri travel blogger e giornalisti una delle località più conosciute della costa atlantica della Spagna.

Quindi con molto spirito di sacrificio (si fa per dire) ho provato in prima persona tutto quello che questo territorio ha da offrire: mare, arte, cultura, gastronomia e una vita notturna vivace e frizzante. Se vi ho incuriosito almeno un po’ leggete i post che dedicherò a Vigo e al suo territorio per seguirmi in questo viaggio in una terra che vi stupirà.

Per farvi capire la ricchezza di questo territorio realizzerò una serie di post dedicati alle varie opportunità offerte dalla città di Vigo:

  1. Cosa vedere a Vigo
    A BREVE:
  2. Mangiare a Vigo: dove gustare la cucina tipica e non solo
  3. Le isole Cìes: natura incontaminata e acque cristalline
  4. Una gita a Santiago de Compostela

Vigo e la regione delle Rías Baixas

Vigo è la città più popolata e il porto più importante della Galizia, la regione della Spagna settentrionale affacciata sull’Oceano Atlantico. In particolare Vigo si trova nel cuore della regione delle Rías Baixas: una serie di 5 insenature, simili a fiordi, adagiati sulla costa sud della regione, tra le province di Coruña e di Pontevedra.


View Larger Map

La leggenda che riguarda la nascita della Rías è affascinante quanto questo territorio il verde brillante delle colline si alterna al blu profondo dell’oceano: si dice che dopo aver creato il mondo Dio si sentì molto affaticato e per riposarsi appoggiò la sua mano su questo tratto di costa, lasciando sulla costa l’impronta delle 5 dita rappresentata proprio dalle 5 insenature: Ría de Corcubión, Ría de Muros e Noia, Ría de Arousa, Ría de Pontevedra, Ría de Vigo.

La particolare forma delle Rías  impedisce alle correnti di raggiungere le coste mentre la presenza di rilievi contribuisce a mantenere le insenature riparate dai venti atlantici, rendendo questi luoghi perfetti per la navigazione, pur essendo affacciati sul “movimentato” oceano atlantico.

Queste condizioni favoriscono la presenza di molte varietà di pesci e molluschi, mentre dal punto di vista naturalistico tutta questa area costituisce un habitat perfetto molte specie di animali e piante. Non a caso al largo della Ría de Vigo c’è uno dei Parchi Naturali più belli dell’Europa Merdionale: l’arcipelago delle Isole Cìes, che fa parte della più vasta riserva naturale del Parco Nazionale delle Isole Atlantiche.  

Panorama delle Islas Ciés

Panorama delle Islas Ciés

Grazie a questo speciale microclima qui si possono coltivare vitigni molto pregiati usati per produrre il famoso Albariño un vino bianco molto fresco che si sposa perfettamente con la cucina della costa: questo rende la zona di Vigo una destinazione interessante per chi è alla ricerca di itinerari enogastronomici ricchi e variegati.

La Galizia è una meta perfetta per chi è interessato al turismo enogastronomico

Una regione per tutte le stagioni

Se è vero che questa parte della Galizia è conosciuta soprattutto per le località di mare, perfette per ogni tipo di sport acquatico ma anche di locali notturni, ristoranti e luoghi per famiglie, in realtà la città di Vigo e i suoi dintorni offrono molto di più: non solo la riserva naturale delle isole Cìes, ma anche un calendario fitto di eventi culturali, la possibilità di partire da qui lungo itinerari enogastronomici o storico/artistici o religiosi (Santiago di Compostela è a 1h30 di treno da qui) dedicati anche ai viaggiatori più esigenti non solo in estate ma durante tutto l’anno.

Santiago de Compostela si raggiunge facilmente in treno da Vigo

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.